LA QUALITÀ NON È MAI CASUALE; È SEMPRE IL RISULTATO DI UNO SFORZO INTELLIGENTE

(JOHN RUSKIN)

Rating di Qualità Consortile

Qualità come scelta di un percorso volto all’eccellenza

Responsabilità e Garanzia sono concetti a cui il Consorzio COOB ha deciso di dare forma e sostanza avviando un percorso concreto e innovativo per consolidare un modello di qualità ed eccellenza tra le proprie imprese consorziate.

L’innovazione del percorso parte dalla volontà di scegliere l’alta qualità non solo come richiesto dalla normativa applicabile, ma come processo interno che definisca un modello, incrementale e verificabile nel tempo, delle prassi e procedure di lavoro all’interno delle cooperative sociali di tipo B che fanno parte del Consorzio.

Il ruolo sempre più significativo che stanno acquisendo le nostre cooperative in Toscana, ha reso necessario rappresentarci come imprese in grado di offrire un modello imprenditoriale affidabile, responsabile, sostenibile e generativo di benessere economico e sociale.

Il Percorso

A livello metodologico la teoria del cambiamento è stata applicata a più livelli affinché il percorso non fosse solo formale.

Abbiamo lavorato in modo partecipativo e con il supporto di LabCom, spin off dell’Università di Firenze, in attività volte a consolidare i valori che costituiscono la nostra vision e mission, a rafforzare la fiducia nel nostro agire e anche quella reciproca del lavorare insieme.

Abbiamo realizzato percorsi formativi volti all’acquisizione di competenze e strumenti relativi alla valutazione dell’impatto sociale, anche grazie all’intercettazione di bandi regionali da parte dell’Agenzia formativa Città Nuove.

Abbiamo inoltre intrapreso un percorso che è andato a ridefinire aspetti sostanziali del nostro stare insieme come consorzio, costruendo, sempre attraverso percorsi partecipativi e con il supporto di consulenze legali, un Sistema di Qualità Consortile il cui regolamento non solo è stato approvato in sede assembleare, essendo quindi in sé già vincolante per le attuali socie e anche per quelle che verranno, ma è stato recepito come parte integrante nel nuovo Statuto del Consorzio approvato in Assemblea straordinaria davanti al notaio, facendo nascere, contestualmente all’approvazione, un vero e proprio Marchio di Qualità Consortile.

Funzionamento del Sistema di Qualità Consortile del Consorzio COOB

Il Regolamento del Sistema di Qualità Consortile – SQC-COOB- è stato costruito pensando ad un sistema di punteggio (rating) che prevede una parte obbligatoria (rating minimo), costituita da una serie di parametri considerati imprescindibili per la qualità delle nostre consorziate e per ottenere il marchio di qualità SQC-COOB, e una parte non obbligatoria ma incrementalmente auspicabile in un’ottica di continuo auto miglioramento della nostra qualità.

Il Rating di qualità consortile RQC-COOB è un indicatore sintetico attribuito secondo una scala di punteggio che va dai 60 (rating minimo necessario per ottenere il marchio di qualità) ai 100 punti. I principi alla base sono:

i) qualità;

ii) legalità e correttezza;

iii) salute e sicurezza sul lavoro;

iv) inclusione sociale e lavorativa;

v) sostenibilità e responsabilità sociale;

vi) tutela dell’ambiente.

Sulla base di questi principi sono stati costruiti i criteri sia del rating minimo che di quello incrementale oltre a quelli, eventualmente, decrementali in caso di inadempienza. Tali criteri non solo raccolgono gli elementi di qualità che possono essere contemplati in certificazioni riconosciute ma anche aspetti della prassi lavorativa delle singole cooperative con particolare attenzione alla qualità delle procedure relative agli inserimenti lavorativi, in quanto elemento fondante della mission della cooperazione di tipo B.

La qualità e la valutazione dell’impatto di quest’ultimo aspetto non solo fa parte della nostra mission ma da conto di come i processi di empowerment messi in atto rendano tutte le persone davvero in grado di essere valore aggiunto nei contesti lavorativi ed elemento che possa contraddistinguere i nostri stakelholder come parte di un sistema che valorizza sostenibilità e responsabilità sociale ed economica.

Al fine di verificare i criteri ed attribuire il punteggio, è stato istituito l’Organismo di Valutazione del Rating, o in forma breve “OVR”, quale organismo indipendente, imparziale e professionale per la valutazione del Rating di Qualità Consortile delle imprese consorziate al Consorzio COOB.

Chi ci ha affiancato in questo percorso?
  • LabCom – Ricerca e azione per il benessere psicosociale (Firenze)

LabCom è stato riconosciuto come Spin-off Accademico, il primo in ambito psicologico, dall’Università degli Studi di Firenze e come Start-up Innovativa. Il business plan si concentra principalmente sul mercato degli enti locali, ma anche delle organizzazioni private (profit e non profit) che presentano un’esigenza di cambiamento, soprattutto dal punto di vista organizzativo-relazionale.

  • Città Nuove – Agenzia formativa (Arezzo)

Città Nuove Agenzia Formativa, riconosciuta dalla Regione Toscana, progetta e gestisce corsi di qualifica, certificazione di competenze, dovuti per legge ed aggiornamento, riconducibili all’interno della vasta gamma dei settori di intervento delle associate. Alle aziende garantisce risorse e professionalità in grado di supportare nell’analisi dei fabbisogni formativi interni e nell’elaborazione di piani necessari allo sviluppo di idee imprenditoriali innovative ed al rafforzamento delle competenze e del know-how aziendale.Città nuove fornisce alle aziende consulenza nella predisposizione e implementazione dei sistemi di gestione qualità secondo gli standard internazionali UNI EN ISO 9001:2015.

  • Avvocato Professor Antonio Fici (Studio Legale Fici, Roma)

Professore associato di Diritto privato nell’Università degli Studi del Molise, avvocato cassazionista iscritto nell’Albo degli avvocati di Roma dal 1998.

Pur operando in tutti i tradizionali settori del diritto civile e commerciale, in ragione dell’attività scientifica e delle esperienze professionali del suo titolare, lo studio è specializzato nell’assistenza giudiziaria, nella consulenza stragiudiziale e in procedure arbitrali in materia di diritto delle organizzazioni (associazioni, fondazioni, società, con particolare riferimento alle società cooperative e ai loro consorzi), di diritto del terzo settore (organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, reti associative, imprese sociali, cooperative sociali ed altri enti del terzo settore) e di diritto delle obbligazioni e dei contratti.