#01 Coob

consorzio cooperative sociali per l’inclusione lavorativa

COOB è un Consorzio di cooperative sociali di tipo B che si occupano di inclusione lavorativa. Esso nasce formalmente il 13 luglio del 2004 all’interno del progetto Impresa Sociale Toscana Sud all’interno del programma di iniziativa comunitaria EQUAL che vedeva tra i propri partner le Province di Arezzo, Siena e Grosseto. Aderiscono a COOB 18 cooperative di cui 15 della Provincia di Arezzo, 1 della Provincia di Siena, 1 della Provincia di Perugia e 1 della Provincia di Grosseto.
Il Consorzio si pone l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche di inserimento lavorativo e di inclusione sociale di persone svantaggiate creando opportunità di lavoro stabili, favorendo l’accesso al lavoro di persone appartenenti alle cosiddette fasce deboli.
COOB vuole essere lo strumento operativo capace di creare aggregazione fra soggetti omogenei, ma differenti per esperienze e competenze, favorendo tramite la loro collaborazione il rafforzamento, la ricerca di nuove attività e una diversa capacità di sviluppo. COOB si propone inoltre di promuovere il valore della Cooperazione Sociale di tipo B; promuovere accordi e protocolli con le Amministrazioni e le imprese private; sensibilizzare e condividere idee che attraverso la leva della collaborazione favoriscano l’inserimento delle associate nel contesto socio-economico locale; garantire, nello svolgimento delle attività, uno stile ed una reputazione di onestà, limpidezza ed eticità nelle relazioni instaurate.

DA CHI È FORMATO

18
COOPERATIVE
15
PROVINCIA DI AREZZO
1
PROVINCIA DI SIENA
1
PROVINCIA DI PERUGIA
1
PROVINCIA DI GROSSETO

Cosa vuol dire
“cooperativa sociale di tipo B”

Le cooperative sociali di tipo B vengono introdotte per la prima volta dal legislatore con la legge 381/91 dove all’art. 1 lettera b) si legge: “Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso: a) la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi; b) lo svolgimento di attività diverse – agricole, industriali, commerciali o di servizi – finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate”.

Sono da considerarsi “persone svantaggiate”: gli invalidi fisici, psichici e sensoriali con più del 45% di invalidità, gli ex degenti degli ospedali psichiatrici, anche giudiziari, i soggetti in trattamento psichiatrico, i tossicodipendenti, gli alcolisti, i minori in età lavorativa in situazione di difficoltà familiare, le persone detenute o internate negli istituti penitenziari, i condannati e gli internati ammessi alle strutture alle misure alternative alla detenzione e al lavoro esterno e i soggetti che potranno essere indicati con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Le persone svantaggiate devono costituire almeno il 30% dei lavoratori della cooperativa e, compatibilmente con il loro stato soggettivo, essere soci della cooperativa stessa.
Per la sua peculiarità, la Cooperativa di tipo B, è considerata “un soggetto privilegiato” nell’attuazione di politiche attive del lavoro e proprio per questo all’articolo 5 della legge 381/91 il legislatore prevede che gli enti pubblici, compresi quelli economici, e le società di capitali a partecipazione pubblica, anche in deroga alla disciplina in materia di contratti della Pubblica Amministrazione, possono stipulare convenzioni con le cooperative sociali di tipo b purché tali convenzioni siano finalizzate a creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate.

disabili
inserimento-lavorativo

QUALITÀ

#02 dati generali

Consorzio Cooperative Sociali per l’Inclusione lavorativa COOB

Forma Giuridica:
Cooperativa Sociale

Codice Fiscale e Partita Iva:
01807810518

Numero iscrizione CCIAA:
01807810518

Data Iscrizione:
26/07/2004

Iscritta nella sezione:
ORDINARIA

Sede:
Arezzo 52100 – Via Calamandrei, 137

Numero REA:
AR – 140666

Registro Regionale Cooperative Sociali:
iscritta al numero 50 del registro regionale (Arezzo), sezione C

Codice Attività ATECO (2007):
829999

Contatti:
Tel. 0575.370282 – Fax 0575.259725
info@coob.it – www.coob.it

consiglio-di-amministrazione

vignali

#03 Le cooperative associate

#04 Aree di intervento

COOB ha tra i propri fini statutari quello di General Contractor. Le attività sono tutte finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e si concretizzano in servizi per enti pubblici e privati che coprono 11 aree principali di intervento.

1
2
3
5
6
8
9
coob 10
coob 11

#05 Iniziative e Progetti

#06 Coob Focus

Il settore Igiene Ambientale ha da sempre rappresentato una buona occasione per sviluppare Politiche di Inclusione Sociale e Lavorativa nei territori delle province di Arezzo, Siena e Grosseto.
Attualmente nelle tre province operano circa 30 cooperative sociali che insieme sviluppano circa 7 milioni di euro di fatturato specifico e impiegano 400 addetti di cui 160 sono quelli svantaggiati.
Nella nostra provincia le cooperative che lavorano nel settore impegnano circa 210 addetti di cui 100 svantaggiati e hanno un fatturato specifico di 4 milioni di euro.
Dall’aprile del 2009 su iniziativa di COOB le cooperative sociali di tipo B operanti nelle province di Arezzo, Siena e Grosseto hanno cominciato a lavorare insieme al fine di condividere le buone prassi di Inserimento e Inclusione Lavorativa sui Servizi di Igiene Ambientale. Da questo lavoro è nata prima la creazione di un gruppo di lavoro permanente e successivamente nel febbraio del 2012 presso lo studio del Notaio Coppini in Siena è stato costituito l’ATI Cooperative Sociali per l’Ambiente. Dell’ATI di cui COOB è capofila fanno parte i consorzi ARCHÈ e ARSICOOP, la cooperativa BETADUE e per il gruppo paritetico Grossetano le cooperative IL NODO, LISA, TUSCIA, LA GERBERA, LO SCOIATTOLO.
Tutte le Cooperative dell’ATI sono cooperative sociali di Tipo B ed hanno contratti e convenzioni con società partecipate e/o comuni per la gestione dei servizi di igiene ambientale nelle tre province rientranti nell’ATO TOSCANA SUD. Obiettivo dell’ATI è quello di attuare metodologie di lavoro e strategie unitarie e condivise per lo sviluppo cooperativo. Per questo le stesse cooperative firmatarie dell’ATI si sono prefissate l’obiettivo di stilare un piano industriale condiviso. L’ATI quindi si sta muovendo unitariamente anche nei confronti del nuovo soggetto gestore dei servizi di igiene ambientale SEI Toscana.
Crediamo che la sinergia e il lavoro congiunto di questi soggetti possa valorizzare e tutelare un patrimonio umano prezioso.

coob-focus

#07 Contatti

Via Calamandrei 137 - 52100 Arezzo
Tel. 0575.370282 - Fax 0575.259725
info@coob.it - www.coob.it

Back to Top